Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

L’ Istituto ha come fonte di ispirazione fondamentale gli articoli 2, 3, 33 e 34 della Costituzione Italiana e i seguenti principi tratti dalla Carta dei Servizi Scolastici: Uguaglianza
Nessuna discriminazione nell’erogazione del servizio scolastico può essere compiuta per motivi riguardanti sesso, razza, etnia, lingua, religione, opinioni politiche, condizioni psico- fisiche e socio-economiche.

Imparzialità e regolarità
I soggetti erogatori del servizio scolastico agiscono secondo criteri di obiettività ed equità.
La scuola, attraverso tutte le sue componenti e con l’impegno delle Istituzioni collegate, garantisce la regolarità e la continuità del servizio e dell’attività educativa, anche in situazioni di conflitto sindacale, nel rispetto dei principi e delle norme sanciti dalla legge e in applicazione delle disposizioni contrattuali in materia.

Accoglienza ed integrazione
La scuola si impegna, con opportuni ed adeguati atteggiamenti ed azioni di tutti gli operatori del servizio, a favorire l’accoglienza dei genitori e degli alunni, l’inserimento e l’integrazione di questi ultimi, con particolare riguardo alla fase di ingresso alle classi iniziali e alle situazioni di rilevante necessità.
Particolare impegno è prestato per la soluzione delle problematiche relative agli studenti lavoratori, agli stranieri, a quelli degenti negli ospedali, a quelli in situazioni di handicap, a quelli presenti nelle istituzioni carcerarie.

Diritto di scelta, obbligo scolastico e frequenza
L’utente ha facoltà di scegliere fra le istituzioni che erogano il servizio scolastico. La libertà di scelta si esercita tra le istituzioni scolastiche statali dello stesso tipo, nei limiti della capienza obiettiva di ciascuna di esse. In caso di eccedenza di domande va, comunque, considerato il criterio della territorialità (residenza, domicilio, sede di lavoro dei familiari, ecc.).
L’obbligo scolastico, il proseguimento degli studi superiori e la regolarità della frequenza sono assicurati con interventi di prevenzione e controllo dell’evasione e della dispersione scolastica da parte di tutte le istituzioni coinvolte che collaborano tra loro in modo funzionale ed organico.

Partecipazione, efficienza e trasparenza
Istituzioni, personale, genitori, alunni sono protagonisti e responsabili dell’attuazione della “Carta”, attraverso una gestione partecipata della scuola, nell’ambito degli organi e delle procedure vigenti. I loro comportamenti devono favorire la più ampia realizzazione degli standards generali del servizio.
Le istituzioni scolastiche e gli enti locali si impegnano a favorire le attività extra-scolastiche che realizzino la funzione della scuola come centro di promozione culturale, sociale e civile, consentendo l’uso degli edifici e delle attrezzature fuori dell’orario del servizio scolastico.
Le istituzioni scolastiche, al fine di promuovere ogni forma di partecipazione, garantiscono la massima semplificazione delle procedure ed un’informazione completa e trasparente.
L’attività scolastica, ed in particolare l’orario di servizio di tutte le componenti si uniforma a criteri di efficienza, di efficacia, flessibilità nell’organizzazione dei servizi amministrativi, dell’attività didattica e dell’offerta formativa integrata.
Per le stesse finalità la scuola garantisce ed organizza le modalità di aggiornamento del personale in collaborazione con istituzioni ed enti culturali, nell’ambito delle linee di indirizzo e delle strategie di intervento definite dall’amministrazione.

Libertà di insegnamento ed aggiornamento del personale
La programmazione assicura il rispetto delle libertà di insegnamento dei docenti e garantisce la formazione dell’alunno, facilitandone le potenzialità evolutive e contribuendo allo sviluppo armonico della personalità, nel rispetto degli obiettivi formativi nazionali e comunitari, generali e specifici, recepiti nei piani di studio di ciascun indirizzo.
L’aggiornamento e la formazione costituiscono un impegno per tutto il personale scolastico e un compito per l’amministrazione, che assicura interventi organici e regolari.

Carta dei servizi

La “Carta dei servizi”è un documento che ogni Ufficio della Pubblica Amministrazione è tenuto a fornire ai propri utentiper presentare i servizi erogati e i criteri e gli strumenti di valutazione di tali prestazioni. E’ basato su criteri di trasparenza, partecipazione, efficienza ed efficacia, in ottemperanza al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 7 giugno 1995.
Si ispira agli articoli 3, 30, 33, 34 della Costituzione Italiana, che sanciscono e tutelano il rispetto dei principi di uguaglianza, imparzialità, tutela della dignità della persona, e che vietano ogni forma di discriminazione basata sul sesso, sull'appartenenza etnica, sulle convinzioni religiose, e impegna tutti gli operatori e la struttura nel rispetto di tali principi.
Si compone di quattro parti: una prima parte in cui sono enunciati i principi generali e le linee didattico-educative della scuola, una seconda parte in cui vengono indicati gli standard di qualità specifici per i servizi amministrativi, una terza parte che si occupa delle condizioni ambientali della scuola e una quarta parte in cui sono spiegate le procedure di valutazione del servizio ed eventualmente di reclamo in caso di insoddisfazione dell’utenza verso il servizio fornito.
L’obiettivo di fondo di tale documento è quello di far conoscere all’utenza i principi ai quali si ispira l’attività della scuola, la sua struttura, i mezzi di cui dispone, la quantità e la qualità dei servizi che svolge, così da metterla in condizione di controllare la qualità del servizio e, all’occorrenza, di sporgere reclamo, nell’ottica di una completa collaborazione tra scuola e famiglia.

Regolamento d’Istituto

Il Regolamento di Istituto rappresenta un insieme di norme di funzionamento e comportamento a cui tutti i componenti dell’Istituto si devono attenere per poter svolgere nel modo migliore i compiti educativi, formativi e amministrativi ai quali sono preposti.
Il regolamento viene elaborato tenendo conto delle principali fonti normative: contratti del personale della scuola, D.L.vo 297, D.L.vo 81/08, DPR. 249/98, DPR 235/07, DPR 275/99, D.L.vo 196/2003 e i decreti attuativi che regolano i diversi ed articolati aspetti dell’istituzione scolastica. Inoltre si attiene anche alle finalità educative e formative della scuola e alle prospettive della famiglia e della comunità locale.

In esso sono esplicitate:

  • le norme di organizzazione e funzionamento della scuola
  • le regole che garantiscano il rispetto dei diritti e dei doveri da parte di tutte le componenti scolastiche ed eventuali sanzioni
  • le norme in materia di procedimenti amministrativi e di accesso ai documenti
  • le strutture e le attrezzature didattiche presenti e le regole che ne disciplinano l’utilizzo
  • le norme in materia di tutela della salute e della privacy
  • le procedure di reclamo e valutazione del servizio.

L’adesione ad un regolamento condiviso si configura per tutti come assunzione di responsabilità e di consapevolezza del proprio ruolo e del proprio contributo per migliorare il servizio fornito dalla scuola.
Risulta evidente lo stretto legame tra regolamento d’istituto e piano dell’offerta formativa del quale il regolamento costituisce norma e garanzia di attuazione.
Il Regolamento è in visione all’albo dell’Istituto e pubblicato nel sito web della scuola.

Patto educativo di corresponsabilità

L’obiettivo del patto educativo (introdotto con il D.P.R n. 235 del 21 novembre 2007) è quello di impegnare le famiglie, fin dal momento dell’iscrizione, a condividere con la scuola i nuclei fondanti dell’azione educativa.
Il Patto di corresponsabilità richiama ruoli e responsabilità di ciascuna componente della comunità scolastica: docenti, dirigenti scolastici, studenti e genitori.
Al fine di consentire all'istituzione scolastica di realizzare con successo le finalità educative e formative cui è istituzionalmente preposta, ciascun soggetto è tenuto ad assumere la responsabilità di adempiere correttamente ai doveri che l'ordinamento gli attribuisce.

Allegati:

Carta dei servizi - Allegato 1
Regolamento d'Istituto - Allegato 2

Patto educativo di corresponsabilità - Allegato 3
 

 

Vai all'inizio della pagina