Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

 

    Mauro era un uomo buono e fedele al Signore. Decise di portare ovunque la parola di Dio.
Diceva a tutti gli uomini che bisognava volersi bene come fratelli e perdonare le offese ai nemici, per meritare il Paradiso.

    L’ imperatore di Roma, però, era contrario al diffondersi di queste idee.
Così, un giorno, mandò le sue guardie a catturare il povero Mauro e lo fece uccidere.

 

 

     I compagni, molto dispiaciuti, decisero di riportare le spoglie del martire nel luogo dove era nato, cioè in Libia.Su una nave si misero in viaggio, ma, giunti di fronte alle coste del mar Ionio, si accorsero che i nemici li avevano inseguiti.
 

     I fuggiaschi cercarono riparo su una collina, ma anche lì furono raggiunti e uccisi.
I responsabili di questo gesto tanto crudele furono puniti, perché ritornati in mare, fecero naufragio
.

 

 

 

 

 

    Il corpo di San Mauro rimase sulla collina e fu custodito come una sacra reliquia dagli abitanti di questo luogo. Questi lo hanno venerato per tanti secoli, offrendogli fiori, canti e preghiere.

 

Vai all'inizio della pagina